A concert for Roger Waters

Schermata 2015 11 24 Alle 23.29.39

Con il Patrocinio del Comune di Anzio
Una serata imperdibile, in cui ad essere assoluta protagonista è la musica dei Pink Floyd e in particolare di Roger Waters nella sua versione più imponente e spettacolare; una cavalcata sonora e visiva di quasi due ore e mezza in cui riproporre i momenti più belli della discografia del gruppo inglese, ma soprattutto l’esecuzione integrale dell’album dei Pink Floyd “The Final Cut” del 1983.
Perché proprio The Final Cut? Perché esistono molti dischi sulla guerra, ma solo uno che affonda le sue radici, direttamente e in maniera viscerale, nelle vicende di Anzio. L’album, pubblicato nel marzo del 1983, è dichiaratamente dedicato alla memoria di Eric Fletcher Waters (1913-1944), il padre di Roger Waters che come sappiamo perse la vita combattendo durante la seconda guerra mondiale, nel corso della battaglia di Anzio nel febbraio del 1944.
Al di là di tutto questo, “The Final Cut” è un album che merita tutta l’attenzione possibile. Per i fan watersiani rappresenta infatti la sua opera più amata: contrariamente a quanti pensano che sia un disco fatto solo con il materiale scartato da “The Wall”, in realtà ne rappresenta la naturale evoluzione, svincolandosi dal personaggio di Pink per approfondire piuttosto tematiche dal valore universale e purtroppo sempre attuali. Ancora di più le liriche e le musiche sono l’emanazione della personalità di Waters, la cui voce la fa da padrone accompagnata da atmosfere solenni e oniriche realizzate anche e soprattutto con l’ausilio di archi e fiati.
Purtroppo i Pink Floyd non portarono mai in tour “The Final Cut”, né lo ha fatto mai Waters da solo, anche perché la riproposizione live di questo disco, quasi al limite di un’esibizione teatrale, rappresenta una grande ma emozionante sfida, dovendosi misurare gli interpreti con problematiche non solo strettamente musicali ma anche, e soprattutto, interpretative ed evocative.
Ecco quindi l’idea di celebrare insieme, nel settantesimo anniversario, lo Sbarco di Anzio e la musica di Roger Waters, utilizzando quest’ultima come un grande megafono e catalizzatore di messaggi e di emozioni. Un grande evento nel quale l’esperienza artistica dei Pink Floyd Legend, supportati da un vero quartetto d’archi e dalla sezione fiati degli Ottonidautore, nonché dal Coro Polifonico di Anzio, possa convivere con la forza della memoria trasmessa dai luoghi propri della Storia.
Line up:
PINK FLOYD LEGEND:

FABIO CASTALDI – Bass, Vocal
ANDREA FILLO – Guitar, Vocal
ALBERTO MAIOZZI – Drum
SIMONE TEMPORALI – Keyboard, Vocal
Web Site: http://www.pinkfloydlegend.it/
Paolo Angioi – Ac, Electric and 12 string Guitar, Bass
Martina Pelosi – Choir
Sonia Russino – Choir
Michele Leiss – Sax

DIRETTORE
Giovanni Cernicchiaro
Web Site: http://www.arsnovaemusicae.com/giovanni_cernicchiaro.html

OTTONI D’AUTORE
Francesco Del Monte, Daniele Masella • Trombe
Simone Graziani • Corno
Sergio Battista • Trombone
Claudio Romano • Tuba
Web Site: http://www.sito24.com/ottonidautore

QUARTETTO SHARAREH
Marzia Ricciardi – violino
Farfurì Nuredini – violino
Roberta Pumpo – viola
Federica Vecchio – violoncello

Web Site: http://www.quartettosharareh.it/

CORALE POLIFONICA CITTA’ DI ANZIO
Tina Bellobono – Presidente
Michele Zanoni – Direttore coro
Web Site: http://www.coraleanzio.it/

ANDREA ARNESE – Video/Audio Effects, Keytar, Acoustic Guitar
GHOST SFX – Effetti Speciali
Fabio Massimo Traversari – SFX Supervisor
Pasquale Catalano – KEYTechnician
Masimo Ciaraglia – Floor Technician
Andrea Luciani – SFX Technician
Massimiliano Bianchi – SFX Technician

Schermata 2015-11-24 alle 23.29.50 Schermata 2015-11-24 alle 23.29.59