Il Purgatorio di Dante a Matera

Purgatorio Matera

Dopo “Viva Verdi” al Teatro Argentina di Roma, il regista Marco Martinelli ha coinvolto nuovamente la Corale Polifonica Città di Anzio in uno dei suoi progetti artistico-culturali: il Purgatorio di Dante Alighieri.

Il Purgatorio è la cantica del “noi” e Matera 2019 – Capitale europea della cultura – è il palcoscenico sul quale tutti i cittadini saranno coinvolti insieme ai cori nella co-creazione di un questo Canto. La regia è di Marco Martinelli e Ermanna Montanari, coproduzione Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Ravenna Festival-Teatro Alighieri, in collaborazione con Teatro delle Albe-Ravenna Teatro. 

“Siamo a Matera in un luogo molto bello, molto giusto. – dice Marco Martinelli – È un ex convento, si chiama Le Monacelle, al suo interno ci sono tanti spazi diversi. C’è una piccola chiesetta. C’è un chiostro all’aperto, c’è un grande giardino e si può assistere all’azione dall’alto, da un ballatoio. Oltre ai tanti spazi, c’è poi l’affaccio sulla gravina, c’è tutta la gravina di Matera davanti. Quello è l’ultimo sguardo prima di entrare nel Paradiso terrestre: è il punto più alto di tutto il convento.”